The China-Rare Earths WTO Dispute: A Precious Chance to Revise the China-Raw Materials Conclusions on the Applicability of GATT Article XX to China�s WTO Accession Protocol

Il 23 luglio 2012, l�Organo di risoluzione delle controversie (Dispute Settlement Body, DSB ) dell�Organizzazione mondiale del commercio (OMC) ha stabilito un unico Panel per esaminare i reclami presentati da Stati Uniti, Unione europea e Giappone sulle restrizioni cinesi alle esportazioni di terre... Deskribapen osoa

Egile nagusia: Baroncini, Elisa
Formatua: Artikulua
Hizkuntza: Gaztelania
Argitaratua: Universidad Carlos III: Área de Derecho Internacional Privado. Universidad Carlos III de Madrid. 2012
Gaiak:
Sarrera elektronikoa: http://dialnet.unirioja.es/servlet/oaiart?codigo=4183591
Etiketak: Erantsi etiketa bat
Etiketarik gabe, Izan zaitez lehena erregistro honi etiketa jartzen!
Azalaren irudirik gabe QR Kodea
Gorde:
Laburpena: Il 23 luglio 2012, l�Organo di risoluzione delle controversie (Dispute Settlement Body, DSB ) dell�Organizzazione mondiale del commercio (OMC) ha stabilito un unico Panel per esaminare i reclami presentati da Stati Uniti, Unione europea e Giappone sulle restrizioni cinesi alle esportazioni di terre rare, tungsteno e molibdeno. La controversia è molto delicata per almeno tre ordini di ragioni: a) la rilevanza economica e strategica dei materiali coinvolti nella disputa (le terre rare essendo indispensabili, in particolare, per l�industria di alta tecnologia, dell�informazione, militare e delle energie rinnovabili); b) il difficile equilibrio da individuare tra l�estrazione e la commercializzazione di terre rare e la tutela dell�ambiente, al fine di rispettare il principio dello sviluppo sostenibile contemplato nel Preambolo dell�Accordo istitutivo dell�OMC; c) l�impegnativo compito di definire il rapporto tra l�obbligo WTO-plus di eliminare i dazi all�esportazione, che caratterizza l�adesione della Cina al sistema di Marrakech, e la clausola sulle eccezioni generali di cui all�art. XX GATT. Nel presente lavoro si intendono illustrare gli aspetti appena evidenziati della controversia China-Rare Earths alla luce della recente disputa, molto simile sotto il profilo tecnico, nel caso China-Raw Materials. In particolare, ci si concentrerà sulla necessità, per il pilastro giurisdizionale ginevrino, di rivedere le conclusioni molto problematiche raggiunte lo scorso gennaio dall�Organo d�appello sull�applicabilità dell�art. XX GATT al Protocollo di adesione della Cina all�OMC. Siamo, infatti, convinti che il nuovo contenzioso sui minerali possa essere positivamente �e durevolmente� risolto solo laddove l�area sottoregolamentata del diritto OMC sulle restrizioni all�esportazione venga adeguatamente presa in considerazione anche a livello politico: e tale obiettivo può, naturalmente, essere considerevolmente incentivato, ispirato e supportato da un�equilibrata attività interpretativa degli organi giudicanti dell�OMC. Pertanto, nel presente lavoro si tenterà di proporre una diversa prospettiva sul modo in cui le eccezioni alla liberalizzazione degli scambi dell�Accordo GATT e il Protocollo di adesione della Cina dovrebbero essere connessi,radicando l�approccio interpretativo suggerito su ciascuno dei criteri ermeneutici per l�interpretazione degli accordi codificati agli artt. 31 e 32 della Convenzione di Venna sul diritto dei trattati del 1969.